Tag Archives: barriere architettoniche

app_viaggi_disabili

Airport4All: l’app che rende accessibili gli scali ai disabili

Il nome sintetizza bene l’obiettivo del programma: Airport4All, la nuova app presentata da Enac per rendere gli aeroporti a misura di tutti i viaggiatori anziani, delle famiglie con bambini e dei disabili, in particolare quelli con disabilità uditiva.

L’applicazione, che ha ricevuto anche il patrocinio da parte del Ministero dei Trasporti e della Regione Autonoma Sardegna, fornirà, nello specifico, lo stato aggiornato delle fasi di imbarco, partenza e atterraggio:

Volo decollato, volo atterrato, apertura check-in, inizio imbarco, chiusura imbarco, numero del nastro bagagli, numero dei banchi check-in e numero del gate e relative variazioni, tutte informazioni che attualmente vengono fornite solo attraverso annunci sonori o con annunci visivi.

app_viaggi_disabili

 

Come funziona e dove scaricare Airport4All

A breve questa rivoluzionaria applicazione sarà disponibile per Android e iOS sugli appositi store online, vale a dire Play Store e App Store.

Una volta installata la app sul proprio smartphone o tablet, registrandosi ad uno specifico volo sarà possibile ricevere le notifiche aggiornate sul suo stato, che saranno segnalate attraverso delle vibrazioni diversificate in base alla priorità dell’informazione: la vibrazione sarà ad esempio più lunga in caso di volo in partenza.

Per adesso, il progetto copre esclusivamente il territorio della regione Sardegna, ma e’ chiaro che l’intenzione e’ quello di estendere le funzionalita’ all’interno territorio italiano, in modo da interessare tutti i principali aereoporti nazionali.

Inoltre, attraverso le future estensioni già previste dallo staff di sviluppo, sarà possibile estendere i servizi anche ad altri tipi di disabilità! Un progetto insomma che rendera’ l’attivita’ del viaggio molto piu’ serena e semplice per le persone disabili.

Cosa aspettate a scaricarla?

sesame-life-benessere-del-riposo

Allgood Trio presenta Sesame, la soluzione semplice ed invisibile alle barriere architettoniche

Le città, i suoi edifici ed il mondo della disabilità: una questione nota che sembra finalmente aver raggiunto un effettivo punto di svolta, moderno e tecnologico, soprattutto in termini di sensibilità sociale.

L’attuale legislazione in materia ha generato, nel tempo, una sempre maggiore attenzione verso il “diritto all’accesso”, incentivando l’adozione di soluzioni volte al superamento delle cosiddette barriere architettoniche.

Persino quei pochi gradini per accedere ad una comune struttura cittadina rappresentano un ostacolo rilevante, soprattutto per un’utenza priva della necessaria assistenza specializzata.

Spesso la istituzioni sono portate a rispondere a tali problematiche con soluzioni decisamente posticce, che oltre ad essere difficile utilizzo rappresentano un vero “pugno nell’occhio” alla facciata dell’edificio.

Sesame della ditta britannica Allgood Trio (il cui nome riporta subito alla mente la celebre formula “Apriti sesamo!”) è un sistema tecnologicamente avanzato ed innovativo che risolve proprio questi inconvenienti, garantendo l’accessibilità pubblica alla struttura nel totale rispetto dell’estetica dell’edificio interessato.

Rivoluzione ed all’avanguardia, il sistema Sesame di Allgood Trio può essere adattato ad ogni singolo ingresso. Il segreto dietro questo sistema sta nell’installazione di una piattaforma montascale a scomparsa, collocata sotto le scale esistenti.

Ciò significa quindi che quando non è in uso, il Sesame è praticamente invisibile, quindi l’aspetto dell’edificio non viene minimamente alterato! Una volta attivato, il sistema ritrae le scale esistenti per rivelare l’ascensore, che può essere programmato sia per lavorare in maniera automatica che con il semplice tocco di un pulsante.

Concettualmente semplice (ma raffinatissimo nella realizzazione) Sesame consente l’abbattimento di una durissima barriera architettonica – le scale, per l’appunto – e può essere considerato come un lampante esempio di tecnologia moderna al servizio dell’accessibilità: una via preferenziale di tutela dei diritti dei cittadini, disabili e non, a muoversi in sicurezza e libertà nei centri urbani e negli edifici pubblici e privati.

barriere-architettoniche-luca-coscioni-life

Barriere architettoniche: il servizio dell’associazione Luca Coscioni per segnalarle

Le città, soprattutto se di superficie molto estesa, sono purtroppo divenute col tempo le principali avversarie di anziani e persone disabili: marciapiedi mal progettati, lunghe scalinate prive di elementari appoggi, ingressi di musei, parchi o istituzioni pubbliche sono solo alcuni dei casi evidenti di cui tener conto.

Ostacoli diffusi e spesso pericolosi che rispondono al nome di barriere architettoniche: in altri termini ci riferiamo a qualsivoglia elemento costruttivo che impedisca, limiti o renda difficoltosi gli spostamenti o la fruizione di servizi (specialmente per le persone con limitata capacità motoria o sensoriale).

Il bisogno di garantire al maggior numero di persone il diritto alla libertà di movimento, ha portato alla ricerca di parametri comuni, che consentissero di limitare il criterio di soggettività.

La nota Associazione Luca Coscioni, da sempre impegnata a promuovere la libertà di ricerca scientifica e i diritti umani, civili e politici delle persone malate e disabili, ha dato in questo senso un prezioso contributo con un innovativo servizio di segnalazione degli ostacoli alla mobilità dei disabili, accessibile sia da telefonino che da tablet.

Basta così uno smartphone per segnalare e pubblicare in tempo reale la presenza di una barriera architettonica. Un servizio dalla natura “social” basato sul celebre Google Maps, che permette di individuare in anticipo la presenza di una barriera architettonica e conoscere in tempo reale le iniziative volte alla rimozione degli ostacoli per la mobilità dei disabili.

 

Una soluzione all’avanguardia, tra geolocalizzazione e segnalazioni in real-time

Il sito dell’Associazione permette con semplicità di inserire la propria segnalazione, cliccando sul pulsante “Interagisci” e poi su quello “Localizzami”. Successivamente, attraverso l’opzione “Crea”, si accederà alla pagina di compilazione del modulo che permetterà di descrivere il tipo di barriere e di allegare una foto alla scheda appena creata.

La segnalazione comparirà immediatamente sulla mappa virtuale, completa di descrizione e disponibile per tutti gli utenti. Ovviamente, come avrete intuito, Il database completo delle segnalazioni è consultabile anche dal tradizionale pc di casa.

L’applicazione, nonostante sia ancora in fase beta (cioè non definitiva), ha ottenuto un rilevante successo ed ha avuto il merito di puntare nuovamente l’attenzione sulla questione delle barriere architettoniche che, nonostante conoscano una normativa in vigore dal lontano 1989, restano a tutt’oggi un problema diffuso su tutto il territorio italiano.

Potete provare il servizio a questo indirizzo: www.associazionelucacoscioni.it