canone rai esenzione anziani

Anziani esentati dal canone Rai: i nuovi requisiti il 2018

Grazie alle elezioni politiche del 2018, il governo amplia l’esenzione ad una fetta di anziani più ampia che non pagheranno il prossimo canone rai! Si contano altre 235 mila persone, oltre agli attuali 115 mila over 75 esentati dal pagamento.

La notizia ufficiale!

Il ministro dell’Economica Pier Carlo Padoan in collaborazione con il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda ha firmato il decreto che vede un aumento della soglia reddito entro la quale bisogna rientrare per essere esentati dal pagare il canone Rai nel 2018.  Il vecchio requisito richiesto per essere dispensati dal pagare il canone era avere più di 75 anni e un reddito massimo di 6713,98 euro all’anno. Con il nuovo decreto la soglia sale 8mila euro, includendo così altri 232.500 nuclei familiari, oltre alle 115 mila famiglie che già quest’anno sono state esentate dal pagamento. Il nuovo limite è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale numero 52 del 3 marzo del 2018.

L’eccellente notizia è stata annunciata da Gentiloni alla conferenza stampa dell’agenzia del Demanio, in cui si è discusso dei risultati ottenuti nel 2017. L’iniziativa ha avuto un enorme successo. L’idea originale nasce dalla considerazione che la Tv non è solo intrattenimento, ma un sostegno e la possibilità di libero accesso alle informazioni, includendo così anche tutte quelle persone che hanno un reddito basso.

richiedere esenzione canone rai anziani

Come calcolare il reddito?

Il reddito a cui fare riferimento per ottenere l’esenzione del canone Rai è quello dell’anno precedente a cui si chiede l’esenzione. Bisogna prestare attenzione poiché la soglia di reddito da non superare deve essere la somma dei redditi del soggetto over 75 più quello del coniuge con cui vive.

Come detto nel capitolo precedente, la somma il reddito non deve superare gli 8mila euro. Bisogna considerare che non possono esservici altri soggetti conviventi titolari di reddito diversi dal coniuge. L’esenzione inoltre riguarda solo la tv dell’abitazione di residenza, quindi non è valido per la casa vacanza o per le altre possibili abitazioni.

Nel calcolo del reddito rientrano:

  • Il reddito imponibile della precedente dichiarazione dei redditi. Se il soggetto sia esonerato dalla presentazione dei redditi tramite 730, si esaminerà la Certificazione Unica;
  • Tutti i redditi soggetti ad imposta sostitutiva o ritenuta a titolo d’imposta come li interessi sui depositi bancari, postai e altri titoli di Stato;
  • Redditi esteri non tassati in Italia, tranne i redditi esenti da Irpef, TFR e anticipi, reddito abitazione principale e relative pertinenze.

Come richiedere l’esenzione per gli over 75enni?

esenzione anziani canone rai

L’esenzione per gli over 75enni con un reddito che non supera gli 8 mila euro non è automatico, ma bisogna farne espressa richiesta, la somma non viene decurtata in automatico dalla bolletta della luce. Bisogna come prima cosa non dimenticare la data entro cui va presentata la richiesta, che per il 2018 è il 30 aprile. Per i soggetti che invece intendono beneficiare della decurtazione a partire dal secondo semestre, poiché compiono gli anni nel mese di luglio, la scadenza da rispettare è il 31 luglio. Questo iter vale se il 2018 è il primo anno in cui si rientra e si usufruisce dell’esenzione. Per gli anni successivi la domanda va ripresentata entro la fine del mese di gennaio.

La richiesta va effettuata tramite la compilazione del modello per la domanda del canone Rai presente sul sito web dell’Agenzia delle Entrate, da cui si può scaricare gratuitamente e stampare in autonomia. Il modulo va poi consegnato a mano o spedito mezzo raccomandata all’Agenzia delle Entrate, ufficio Torino 1 Sat, sportello abbonamenti tv, casella Postale 22, 10121 Torino.

Print Friendly

Leave a Reply